Stazzema

stazzema2

Oggi parliamo di Stazzema, uno dei Comuni della Versilia storica. Di quest’area geografica fanno parte, per motivi storico-culturali, anche i Comuni di Forte dei Marmi, Seravezza e Pietrasanta. Stazzema, in particolare, sorge nella zona della cosiddetta Alta Versilia, una splendida terra che si estende sulle Alpi Apuane e dalla quale si possono ammirare panorami davvero unici.

stazzema2

Stazzema è l’unico di questi Comuni ad essere del tutto montano ed è diviso in ben 17 frazioni, per un totale di circa 3.200 abitanti. Come altri insediamenti della zona, anche Stazzema viene abitata fin dall’età del ferro e ovviamente anche dagli Etruschi, nonché dai Liguri Apuani, popolazione che verrà deportata dagli Antichi Romani e condotta nel Sannio.

stazzema1

La frazione di Sant’Anna è tristemente nota per la strage del 12 agosto 1944, durante la quale i nazifascisti uccisero ben 560 civili, di cui 130 bambini. L’Eccidio di Sant’Anna, un orrore premeditato anche con l’aiuto di alcuni collaborazionisti locali, non risparmiò davvero nessuno. Quel giorno trovò la morte, insieme ai civili, anche Don Fiore Menguzzo, sacerdote cattolico ucciso dai nazisti nel tentativo di proteggere la popolazione.

sanna

Le principali attrattive di Stazzema sono legate alle sue splendide montagne, in particolare al Monte Forato, che con la sua caratteristica forma “bucata” è una delle vette più famose della Toscana. Noto anche come Pania Forata, questo monte non è particolarmente alto, infatti le sue due cime più elevate raggiungono i 1200 metri circa. A renderlo celebre è invece l’arco naturale formatosi grazie all’erosione dell’acqua e del vento sulla roccia, una roccia calcarea.

sanna

Gli amanti della speleologia (e non solo) si divertiranno a scoprire l’Antro del Corchia, in località Levigliani: 53 km di gallerie e pozzi che si estendono nel cuore della montagna, raggiungendo, nel punto più alto, 1187 m altezza. Un percorso attrezzato di 1 km permette ai visitatori e alle comitive di godere della bellezza di questa caverna sotterranea, in un’atmosfera magica e ovattata.

miniere

Nella stessa frazione ci sono altri due luoghi ricchi di interesse, le Miniere di Argento Vivo e il Museo della Pietra Piegata. Situato ai limiti del Parco Regionale delle Alpi Apuane, il complesso delle miniere è stato utilizzato fin dal 1153 per l’estrazione di mercurio e cinabro: in alcuni atti del Comune di Pisa, infatti, troviamo testimonianze relative a quest’importante attività. Il Museo della Pietra Piegata, aperto nel 2008, custodisce manufatti in marmo appartenenti a diverse epoche. Questo prezioso materiale, simbolo delle cave della zona, viene infatti lavorato e modellato (piegato, appunto), da molti secoli.

cardoso

Fra i prodotti tipici della zona ricordiamo alcuni salumi prodotti nella frazione di Cardoso, cioè la Mortadella, la salsiccia e il lardo di Cardoso. Questi prodotti tradizionali, reperibili presso i negozi locali, sono ottimi sia per essere degustati sia in cucina.

 

 

Scopri le meraviglie della tua regione:

 

 

Lascia una risposta

Or