La cecìna o torta di ceci

cecinaok

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta dei piatti poveri della Toscana, piatti capaci di conquistare generazioni di buongustai con il loro sapore unico. Oggi parliamo della cecìna, famosa torta salata a base di ceci. Come spesso capita con i piatti poveri, ci sono diverse varianti della ricetta, a seconda delle zone geografiche.

cecinaok

Sembra che le origini di questo piatto risalgano agli antichi Greci e Romani, che consumavano una sorta di purea di legumi cotta in forno. In Liguria, questa famosa torta salata viene chiamata farinata, ma in Toscana la trovate come cecìna in Versilia e a Pisa, oltre che come torta di ceci a Livorno. Buona da mangiare calda, sia avvolta da sola sia avvolta nella focaccia, la cecìna è un piatto davvero irresistibile. Vediamo come prepararla!

Ingredienti

– 180 g di farina di ceci

– pepe

– 600 g di acqua

– 6 cucchiai di olio extra vergine d’oliva

– sale

farina-ceci

Procedimento

Dopo aver preriscaldato il forno, mettete la farina in una grande terrina. Aggiungete 3 cucchiai di olio e un cucchiaino di sale. Versate lentamente l’acqua, continuando a mescolare bene con una frusta, così da eliminare i grumi.

Quando il vostro composto sarà liscio e avrete eliminato eventuali grumi, lasciatelo riposare fino a che il forno non avrà raggiunto la temperatura ideale, meglio se molto alta. Utilizzate i restanti 3 cucchiai di olio per ungere la teglia e versate il composto.

Fate cuocere la vostra cecìna per circa 20 minuti o comunque fino a che non si sarà formata una crosticina sulla superficie.

Servitela calda e cospargetela di pepe!

cecina3

 

 

 

 

 

 

Scopri i piatti tipici della tua regione: 

 

 

 

 

Lascia una risposta

Or