I tortelli di patate

5258128116_7d3935277e_b

Spesso, quando si pensa ai tortelli di patate, viene in mente la cucina tipica dell’Emilia-Romagna. In realtà, anche la Toscana ha una ricca tradizione nella preparazione di questi tortelli, un primo piatto da leccarsi i baffi! Le zone in cui questa specialità è più diffusa sono il Mugello e il Casentino, rispettivamente in provincia di Firenze e di Arezzo.

5258128116_7d3935277e_b

Come riconoscere questi tortelli? Per prima cosa, le dimensioni. Ben più grandi dei famosi tortellini emiliani, i tortelli (non solo quelli di patate) hanno dimensioni maggiori e sono caratterizzati da una forma quadrata. Il loro squisito ripieno è composto da patate lessate e schiacciate, parmigiano e noce moscata.

lorenzo

Già alla corte di Lorenzo il Magnifico (1449-1492), il poeta Luigi Pulci compose un’ode proprio per dichiarare il suo amore per la buona cucina, includendovi anche i tortelli:

Ma soprattutto del buon vino ho fede

Credo che sia salvo chi gli crede

Credo nella torta e nel tortello

L’uno è la madre e l’altro il suo figliolo…

 torellifatti

Come si prepara questa prelibatezza?

Lessate le patate senza sbucciarle; quando sono ancora calde, schiacciatele senza ridurle in una purea. Nel frattempo, fate soffriggere un trito di aglio e prezzemolo. Aggiungete poi alle patate la noce moscata, un pizzico di sale e pepe e il vostro soffritto. Stendete la pasta fresca e fate delle palline con il ripieno di patate, che porrete sulla sfoglia mantenendo una buona distanza fra uno e l’altro. Ripiegate la pasta e separate i tortelli con una rotella da cucina. Cuoceteli per un paio di minuti o comunque finché non vengono a galla, poi serviteli con una generosa grattugiata di pecorino toscano!

 

 

 

 

Scopri le specialità della tua regione!

 

Lascia una risposta

Or